Anna ed Enrica…

IMG-20220728-WA0006

Quel gesto di grande forza di due donne che la vita l’hanno presa a pugni. Mano nella mano come a dichiarare un unione che spesso le donne non hanno. Anna è la moglie di Andrea, una forza della natura, il fulcro di tutta la vita che ruota intorno alla famiglia Impagliazzo. Enrica è ancora una star della televisione italiana. Una delle prime a condurre buona domenica e a scrivere la “Lontananza”, successo mondiale cantata da Domenico Modugno. Queste due donne, con strade e vicende diverse, hanno unito la loro esperienza e amicizia, al Giardino degli Aranci, complice il mitico e intramontabile Andrea Impagliazzo…

Gli angeli custodi…

295536208_5002315989898033_6674519892785119867_n

Eccoli schierati in divisa davanti al comando dei vigili urbani. Sono i nostri angeli della strada che ogni giorno sotto un sole battente cercano di portare il loro contributo alla società. Ieri impegnati nella festa di Sant’Anna hanno egregiamente mentenuto l’ordine a Ischia ponte. E non solo. Quando tutto è finito e le migliaia di persone si sono riversate per strada hanno dovuto regolare il traffico urbano. Bravi tutti,  amici, lavoratori, uomini e donne resposabili.

Sant’Anna: Forio batte Ischia 5 a 0…

294873810_3089690091341743_7344431608403496567_n

Era la festa della ripresa dopo due anni di stop. Bella, colorita, entusiasmante. I soldi erano pochi ma lo spettacolo c’è stato lo stesso. Bravo Gigi, da consigliere comunale ha ottenuto il primo risultato positivo. Non era facile. Forio su tutti, vince tutti e 5 i premi in palio. D’altronde c’era da aspettarselo, quando il Maschio ci mette lo zampino, la vittoria è sicura. Bisogna pero’ allargare il palcoscenico e diventare internazionali. Lo scriviamo ad ogni edizione ma nessun sindaco ha mai preso l’iniziativa. Speriamo che ora il Guru del turismo possa fare  la differenza.

Gli anni piu’ belli…

1658841148172

E’ la storia di quattro amici raccontata nell’arco di quarant’anni, dal 1980 ad oggi, passando per la loro adolescenza fino all’età adulta. Le loro vicende offrono un affresco dell’Italia e dei cambiamenti che ha subito nel corso del tempo. Un grande Muccino ha messo a fuoco la realtà di un epoca spensierata e piena di emozioni e soprattutto di amicizia. Sono anni che ricordo con grande gioia e con un pizzico di tristezza.

Mario e Sergio…

Imagoeconomica_1311996-900x600

Siamo nelle mani di due uomini, o meglio l’Italia e nelle mani di Mario e Sergio. La crisi è avvenuta, era inevitabile. Il popolo non è soddisfatto. Pandemia e guerra hanno messo ko milioni d’italiani. Prezzi alle stelle,spred che aumenta, bollette e tasse sempre piu’ salate. Questi due uomini, comuni mortali come tutto noi, hanno cercato di risollevare le sorti di una nazione martoriata.

Auguri Don…

download (1)

Se non lo conoscessi, lo stimerei lo stesso ma Don Camillo è il cugino di mio padre e anche il prete che lo ha sposato. Ogni domenica,quando era vivo mio padre,  siedeva alla nostra tavola, raccontando annedoti ed episodi di un tempo che fu. Non è da tutti avere un  prete la domenica a pranzo.Camillo è sempre stato una persona mite,buona e generosa. Si è completamente spogliato dei suoi beni per poter servire Dio. Ancora oggi, alla veneranda età di 96 anni e 73 di sacerdozio, proferisce messa tutta a memoria. Auguri di cuore Don Camillo, meritati e mai di parte!

M.d’A.

Ischia e il rovescio della medaglia…

filename-545625-39715776699649

Dobbiamo difendere la nostra isola è vero ma i panni sporchi bisogna comunque lavarli (in famiglia). Siamo la migliore isola del mondo secondo i lettori di” travel-leisure”, la rivista blasonata america del turismo.Siamo davanti alle Maldive e a Ibiza.Lo meritiamo veramente? Al 50 per cento. Sono tante le cose che andrebbero migliorate. Diciamocelo, siamo governati male. Potrebbero fare molto di piu’ i nostri rappresentanti politici, invece si limitano all’indispensabile. L’acqua dei maronti è sporca perchè lo scarico dei rifiuti avviene direttamente a mare.

11 luglio 1982: per fortuna io c’ero…

tardelli-370x223

E chi se la dimentica. A volte la sogno ancora. Quel luglio del 1982 resuscitarono anche i morti. Faceva caldo, molto caldo ma la gioia di vedere la nazionale in finale ci rendeva la pelle d’oca. Paolo Rossi, pace all’anima sua, era stato appena assolto dal processo per calcio scommesse. Bearzot, contro tutto e tutti lo porto’ in ritiro. La stampa nazionale era schierata tutta contro l’Italia. All’inizio si presagiva niente di buono, anzi eravamo sicuri di uscire al primo turno. Quasi ci erano riusciti gli azzurri ma fortunatamente con 3 pareggi arriviamo ai gironi. Brasile e Argentina, che disdetta, ervamo gia’ al mare a tuffarci nella splendida baia dei maronti.

ULTIMORA ONLINE
Questo sito non è un prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità.
Norme sulla privacy