Le interviste di salvi Monti a Ischia Safari…

1664278785945

Chef Di Liddo ai microfoni di Salvi monti. Occasione presa al volo all’Ischia Safari dello scorso 26 settembre. Presente anche Gabriele Bonci, il re della panificazione e della pizza romana. Interviste anche agli ideatori della manifestazione, Di Costanzo e Palamaro.

.

.

 

Terremoto ecclesiastico nella diocesi isolana…

foto331

Cambiano i preti a Ischia . Pascarella attua le modifiche e sconvolge i posti delle tonache nere. Uno tzunami che si abbatte su una chiesa che naviga in acque agitatissime. La fede perde colpi e personaggi di rilievo. A farne, le spese piu’ grandi, l’ever green don Carlo Candido che molto probabilmente andra’ a dire messa in quel di Assisi. Gli “ischia pontesi” sgomenti pubblicano messaggi di conforto e dispiacere su facebook.

Ischia Safari, bravi tutti…

1664278785945

Lo aspettavano con trepitazione. Dopo il covid lo spettacolo culinario è ripreso nella baia del Negombo. E’ stato un successone,come sempre. La pioggia non ha fermato la voglia di assaggiare i piatti stellati. Nino Di Costanzo e Pasquale Palamaro hanno vinto ancora la scommessa. Duecento chef stellati hanno presentato i loro piatti. C’era anche lo stand del grande Antonino Cannavacciuolo ma lui non era presente. Un altro chef, della stessa stazza del pluri stellato, ha riscosso un successo planetario. Emmanuel Di Liddo si è fatto apprezzare per la presentazione del piatto “spaghettone aglio,olio e peperoncino con colatura di alici riserva armatore, limone d’ischia e polvere di basilico”.

La prima donna premier…

FYv8Fm5X0AIrCTy

E’ il volto che vedremo per i prossimi anni. Per la prima volta nella storia politica italiana, una donna governerà il nostro paese. Si chiama Giorgia di nome e Meloni di cognome. Nasce a roma il 15 gennaio del 1977. Dal 2006 al 2008 è stata vicepresidente della Camera dei deputat e dal 2008 al 2011 ministro per la gioventù nel quarto governo Berlusconi.È stata presidente della Giovane Italia, dopo aver ricoperto la medesima carica in Azione Giovani e Azione Studentesca.

L’invidia…

dante-by-dore-180219.1024x768-1024x680

E’ un’emozione complessa che deriva da un confronto sociale. E’ un misto di turbamenti: la tristezza per non essere come si vorrebbe,  la rabbia nei confronti di chi ci mette nelle condizioni di sentirci perdenti, “da meno”. Deriva dal verbo latino in-videre, ovvero “guardare bieco”. Nella cultura popolare è associata al “malocchio”, il potere di danneggiare gli altri attraverso lo sguardo. Le azioni a cui spinge l’invidia (agite o fantasticate) hanno proprio questa funzione: colpire l’altro per ripristinare uno stato di uguaglianza. Sulla nostra amata isola regna sovrana. Siamo una comunità d’invidiosi, di persone che non si fanno i “cazzi loro” e di chi pur di prevalere sull’altro s’inventa l’inimmaginabile.

Il perdono…

65672688a4f4c8a57ea38e20056bdce1_L

E’ una scelta. Perdonare non è sinonimo di giustificare, dimenticare o riconciliarsi, è qualcosa che va oltre. Si è pronti a perdonare se sei al di sopra delle parti. Gesu’ sulla croce perdono’:”Padre perdona loro perche’ non sanno quello che fanno”, fu un perdono di circostanza ma rimase tale. Ci vuole coraggio nel perdonare una persona. Anche la piu’ cattiva, merita una chance. Dio perdona tutti, anche i piu’ crudeli, mi riferisco alla storia.

Politica: una poltrona per tre…

giosi

Tra 8 mesi si vota a Casamicciola per scegliere il nuovo sindaco. Molti interessi in gioco, senza ombra di dubbio, quello per la ricostruzione post terremoto. Arrivera’ una pioggia di denaro. Una prima trance di 700 milioni di euro, interamente gestita dal comune. La corsa per la spartenza è già iniziata. Da settimane si susseguono riunioni per cercare la quadra. Silvitelli, Barbieri e Giosi Ferrandino sono gli assi su cui puntare.

Aggiornamento caro carburante…

306130785_5757687864281945_4899746250909437958_n

La notizia, paradossalmente è che la benazina costa meno del gasolio. Mai vista una cosa del genere in 54 anni di vita. Ancor di piu’ fa rabbia la differenza, anche se in centesimi, di prezzo sull’isola. La tabella,aggiornata al 13 settembre, dimostra che a Serrara c’è il prezzo piu’ alto e a Lacco quello piu’ basso.. Quando si sveglieranno i nostri concittadini per ribellarsi al monopolio? Campa cavallo che l’erba cresce! Continuera’ a crescere, fino a quando, si lottera’ per procurarsi un litro di carburante. Se questa non è la fine del mondo, mi faccio testimone di Geova!

ULTIMORA ONLINE
Questo sito non è un prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità.
Norme sulla privacy