Corona virus: ecco come ritorneremo alla normalità…

3e620aca-bce6-4195-be8f-5bdba53ecd1f

In giro con le mascherine, misurazione della febbre in metropolitana, sport solo da soli e all’aperto ed uscite scaglionate per fasce di età. Sono le ipotesi che si vanno definendo in vista del 4 maggio, quando il governo dovrà decidere come e di quanto allentare il “lockdown”. Di sicuro resteranno chiuse le discoteche, che saranno le ultime a riaprire, e in fondo alla lista restano anche cinema e teatri, mentre si studiano misure per i musei. La scuola non dovrebbe riaprire prima di settembre ma si studiano ipotesi di campi scuola estivi, per aiutare le famiglie.

Covid-19: quando torneremo in strada?

IMG-20200412-WA0009

Bella domanda. Uno scienziato Israiliano dice che dopo 70 giorni il virus sparisce. Il vaccino forse a Settembre. Calano i contagi. La Lombardia vuole riaprire entro 19 giorni. Certo è, che questo Virus, rispettando i morti, ci ha veramento rotto. Bisogna tornare alla vita normale, gradatamente, con mascherine obligatorie, ma biosgna tornare.Ora c’è in gioco la vita commerciale di molti italiani. Il 3 maggio scade la quarantena e sicuramente Conte qualcosa farà per riaprire l’Italia. Due mesi chiusi in casa sono fin troppi.

La Pasqua deserta d’Ischia…

IMG-20200412-WA0011

Livio d’Ambra – Uno scenario apocalittico. La Pasqua ai tempi del corona virus è questa. Strade deserte. Negozi chiusi. Porti off-limits. Solo le forze dell’ordine a presidiare il territorio. Mai vista una cosa del genere. Sembra di vivere in uno di quei film di Alfred Hitchcock. Tutti a casa e il detto “Natale con i tuoi e Pasqua con chi vuoi”, non ha più valore.

Cosa resterà degli anni 2020…

earth

E’ presto dirlo, sono appena iniziati. Dolore per chi non c’è più e di chi sta lottando contro la morte. Forse nell’uomo ci sarà la consapevolezza che non ci vuole niente a chiudre gli occhi per sempre. Un invisibile avversario, può all’istante uccidere gli abitanti della terra. Il Covid-19 è il nostro nuovo nemico. Se ne usciremo, di certo non sarà più la stessa vita. Negli anni abbiamo dimenticato i veri valori. L’amore, la fede, la speranza, l’amicizia e la gratitudine riprenderanno il loro posto nel nostro cuore.

C’è il primo morto di coronavirus a Ischia…

coronavirus

Purtroppo stamattina è morto il paziente ricoverato 20 giorni fa all’ospedale Rizzoli per il coronavirus.Le sue condizioni erano molto preoccupanti sin dall’inizio. Un dolore profondo per la comunità isolana. Una notizia che non avremmo mai voluto scrivere. Invece questo maledetto virus ha fatto la prima vittima ad Ischia. Alla famiglia dello stimato è conosciutissimo professionista le condoglianze di tutta la comunità isolana e di Ultimora online…

Gianpaolo e il covid-19…

gianpaolo-685x300

Prima che i soliti untori ciberanutici lo aggredissero, Gianpaolo Buono, presidente dell’assoforense isolano, ha spiazzato tutti e ha rivelato la sua positività. Quando il gioco si fa duro, i duri scendono in campo. L’avvocato Buono è una persona seria, bravo nella sua professione e non ha voluto essere preda dei pettegolezzi che aleggiano sulla nostra isola. Nel post di facebook spiega che il virus non conosce ostacoli e non ha preferenze, nonostante lui abbia preso tutte le precauzioni. Ribadisce di stare a casa perchè è l’unica arma per sconfiggere il corona virus. All’amico avvocato una pronta guarigione.

M.d’A.

L’amore dei genitori ai tempi del corona virus…

famiglia

C’è un padre ed una madre ischitani che vivono questa quarantena lontano dalla prole. Esigenze di lavoro, affetti e quant’altro hanno allontanato i tre figli  dalla propria dimora. Una famiglia semplice, dove il capo famiglia ha sempre provveduto al sostentamento. Scrive una bella lettera su facebook ai figli, dove li rassicura e li promette che gli saranno sempre vicini, anche nei momenti più difficili. 

Coronavirus ed economia: la guerra è appena iniziata…

Coronavirus-e-problemi-del-lavoro

Non c’è più tempo. Le famiglie italaine sono arrivate al capolinea. Sono finiti i soldi. Le saracinesche sono chiuse. La popolazione è al limite. Il governo deve dare subito liquidità sui conti correnti degli italiani. L’america ha stanziato 1200 dollari per persona e 500 dollari per bambino. E l’Italia? Conte aspetta l’Europa ma gli italiani non aspettano Conte. Si preannuncia un periodo difficile che non ha niente a che fare con il virus.

ULTIMORA ONLINE
Questo sito non è un prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità.
Norme sulla privacy